PROGETTO

Gioco e cambiamento: quale relazione sussiste tra questi due termini? il gioco è cambiato, specialmente negli ultimi 20 anni? O non è cambiato il gioco ma siamo cambiati noi, e quindi il modo in cui giochiamo? O ancora, tramite il gioco si può generare cambiamento?

 

To’ lab – costruiamo il museo del gioco del III millennio non è un museo, ma un museo in costruzione, un laboratorio collettivo che nasce con lo scopo di indagare il tema del gioco al giorno d’oggi, evidenziando le sue evoluzioni degli ultimi 20 anni, raccogliendo nuovi approcci, progettualità e visioni che si sviluppano ogni giorno intorno al tema e osservando come, a partire dal gioco, si può generare impatto sociale.

 

To’ lab nasce nel quartiere Torretta, a Milano. Nato come sperimentazione e in continua trasformazione, il progetto guidato da Collaboriamo, con HousingLab e Bricheco, si muove tra spazio fisico, coinvolgendo tramite gli approcci e gli strumenti tipici del gioco la comunità locale di Torretta in un Palio di quartiere, e spazio virtuale, aggregando curiosi,  appassionati, esperti e professionisti.

Lo spazio virtuale è in continua costruzione grazie ai contributi di tutti: dai bambini e le famiglie del quartiere Torretta, i cui giochi troverete fotografati in queste pagine, e che ci hanno raccontato quali sono e sono stati i loro giochi del 2000, agli esperti, la cui ricerca e visione ci accompagnano nella lettura dei testi de il giocattolo, il gioco da tavolo, il gioco digitale.

Nella sezione gioco e innovazione sociale abbiamo raccolto alcuni progetti, esperienze, organizzazioni che hanno la finalità di generare innovazione e impatto sociale tramite gli strumenti e gli approcci propri del gioco.

 

To’ lab è un laboratorio collettivo in continua crescita: si può contribuire inviando le foto dei propri giochi del 2000, segnalandoci esperienze che si occupano di innovazione sociale tramite il gioco, raccontandoci di nuove case editrici, …

To’ lab è un progetto finanziato dal Comune di Milano nell’ambito del bando Quartieri 2019.

IL PALIO DEL TERZO MILLENNIO DI TORRETTA